Corso di Programmazione PLC Siemens per Principianti

Stai cercando un Corso di Formazione per imparare a Programmare i PLC da zero? IO PROGRAMMO offre un Percorso di Formazione per tutte le persone che vogliono programmare PLC da zero anche senza esperienza. Il corso รจ basato sul PLC Siemens S7-1200/1500, ma รจ adatto anche ad altre marche di PLC.

๐€๐ฅ๐ฅ๐š๐ซ๐ฆ๐ข ๐ž ๐’๐ž๐ ๐ง๐š๐ฅ๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ข, ๐ž๐œ๐œ๐จ ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ฏ๐จ๐ฅ๐ญ๐šย 

Gli allarmi hanno lo scopo di segnalare allโ€™utente alcune situazioni particolari che rappresentano anomalie. Le quali possono essere piรน o meno gravi.

๐—ฃ๐—ฒ๐—ฟ๐˜๐—ฎ๐—ป๐˜๐—ผ ๐˜ƒ๐—ฒ๐—ป๐—ด๐—ผ๐—ป๐—ผ ๐˜€๐˜‚๐—ฑ๐—ฑ๐—ถ๐˜ƒ๐—ถ๐˜€๐—ฒ ๐—ถ๐—ป ๐—ฑ๐˜‚๐—ฒ ๐—บ๐—ฎ๐—ฐ๐—ฟ๐—ผ ๐—ฐ๐—ฎ๐˜๐—ฒ๐—ด๐—ผ๐—ฟ๐—ถ๐—ฒ. 

๐—”๐—น๐—น๐—ฎ๐—ฟ๐—บ๐—ถ ๐—ฒ ๐—”๐˜ƒ๐˜ƒ๐—ถ๐˜€๐—ถ. 

I primi riguardano quelle situazioni di una rilevanza particolare o addirittura le emergenze. Per i quali spesso viene fermato lโ€™impianto.

I secondi sono piรน che altro piccole anomalie che comunque sono degne di attenzione da parte dellโ€™utente.

Durante le stesura del programma in #Tia Portal, Allarmi e Avvisi vengono realizzati scrivendo delle logiche prestabilite, come ad esempio:

โ€œ๐ฌ๐ž๐ญ๐ญ๐š ๐š๐ฅ๐ฅ๐š๐ซ๐ฆ๐ž ๐„๐ฆ๐ž๐ซ๐ ๐ž๐ง๐ณ๐š ๐™๐จ๐ง๐š ๐๐ซ๐ž๐ฌ๐ฌ๐šโ€ ๐ฌ๐ž ๐ฏ๐ข๐ž๐ง๐ž ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฆ๐ฎ๐ญ๐จ ๐ข๐ฅ ๐ซ๐ข๐ฌ๐ฉ๐ž๐ญ๐ญ๐ข๐ฏ๐จ ๐Ÿ๐ฎ๐ง๐ ๐จ ๐โ€™๐ž๐ฆ๐ž๐ซ๐ ๐ž๐ง๐ณ๐šโ€. 

Unโ€™azione molto congeniale รจ quella di realizzare un DB โ€œAllarmi e Avvisiโ€ dal quale verranno richiamati nei relativi segmenti del software e successivamente nellโ€™ #HMI #Siemens.

Quindi ultimata la loro creazione devono essere traferiti e visualizzati nel pannello operatore realizzando una o piรน pagine a seconda dei casi.

A tale scopo, la prima operazione da fare รจ creare 2 (o piรน) Tabelle Delle Variabili apposite rispettivamente per tutte i tipi di segnalazioni, nelle quali inseriremo quanto realizzato nel DB di cui sopra.

Durante questa fase ci si deve assicurare di 

โ€œ๐ฅ๐š๐ฏ๐จ๐ซ๐š๐ซ๐ž ๐œ๐จ๐ง ๐ฅ๐ž ๐ฏ๐š๐ซ๐ข๐š๐›๐ข๐ฅ๐ข ๐ข๐ง ๐š๐ฌ๐ฌ๐จ๐ฅ๐ฎ๐ญ๐จโ€.

Altrimenti si avranno problemi nelle fasi successive.

Completate queste procedure, vanno iniziate le fasi che ci permetteranno di visualizzare il tutto a Pannello Operatore.

Sempre nella colonna a sinistra del Tia Portal nella sezione 

โ€œ๐’๐ž๐ ๐ง๐š๐ฅ๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ข ๐‡๐Œ๐ˆโ€ 

Troviamo lo strumento che ci permette di inserire e catalogare gli Allarmi e gli Avvisi,

ciรฒ che li innescherร  e ciรฒ che verrร  visualizzato nellโ€™HMI.

๐”๐ง ๐š๐ฌ๐ฉ๐ž๐ญ๐ญ๐จ ๐ฆ๐จ๐ฅ๐ญ๐จ ๐ข๐ฆ๐ฉ๐จ๐ซ๐ญ๐š๐ง๐ญ๐ž ๐ฌ๐ฎ ๐œ๐ฎ๐ข ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฌ๐ญ๐š๐ซ๐ž ๐š๐ญ๐ญ๐ž๐ง๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐๐ฎ๐ซ๐š๐ง๐ญ๐ž ๐ฅ๐จ ๐ฌ๐ฏ๐จ๐ฅ๐ ๐ข๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐จ ๐๐ข ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐จ๐ฉ๐ž๐ซ๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐žฬ€ ๐ข๐ฅ ๐œ๐จ๐ฌ๐ข๐๐๐ž๐ญ๐ญ๐จ ๐’๐–๐€๐.

Vediamo di cosa si tratta.

Durante lโ€™inserimento delle variabili relative agli allarmi, nellโ€™apposita casella โ€œvariabile di triggerโ€ Siemens impone la gestione degli stessi a gruppi di Words.

Poichรฉ esse sono costituite da 2 Bytes, รจ possibile notare che verranno inserite a partire dal secondo Byte facente parte della stessa Word.

Ad esempio: 

se un gruppo di allarmi, sia nel DB sia nella tabella degli allarmi รจ costituito dal Byte 2 e 3, nella casella โ€œvariabili di trigger del HMI verranno inseriti a partire dal Byte 3, decrescendo verso lโ€™ultimo bit del Byte 2.

.

๐‚๐จ๐ง๐จ๐ฌ๐œ๐ž๐ซ๐ž ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐š ๐ฉ๐ซ๐จ๐œ๐ž๐๐ฎ๐ซ๐š ๐žฬ€ ๐๐ข ๐ฉ๐ซ๐ข๐จ๐ซ๐ข๐ญ๐šฬ€ ๐š๐ฌ๐ฌ๐จ๐ฅ๐ฎ๐ญ๐š, ๐ฉ๐จ๐ข๐œ๐ก๐žฬ ๐š๐ฅ๐ญ๐ซ๐ข๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐ข ๐ข๐ง ๐Ÿ๐š๐ฌ๐ž ๐๐ข ๐š๐ฌ๐ฌ๐ž๐ ๐ง๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐๐ž๐ ๐ฅ๐ข ๐š๐ฅ๐ฅ๐š๐ซ๐ฆ๐ข ๐ฌ๐ข ๐œ๐จ๐ฆ๐ฆ๐ž๐ญ๐ญ๐ž๐ซ๐š๐ง๐ง๐จ ๐ ๐ซ๐š๐ฏ๐ข ๐ž๐ซ๐ซ๐จ๐ซ๐ข ๐ฉ๐ž๐ซ๐ญ๐š๐ง๐ญ๐จ ๐ง๐จ๐ง ๐ฏ๐ž๐ซ๐ซ๐š๐ง๐ง๐จ ๐ฏ๐ข๐ฌ๐ฎ๐š๐ฅ๐ข๐ณ๐ณ๐š๐ญ๐ข ๐œ๐จ๐ซ๐ซ๐ž๐ญ๐ญ๐š๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐ž. 

.

Ultimate tutte queste procedure, i dati finora configurati andranno inseriti nelle pagine realizzate allโ€™interno dellโ€™HMI, utilizzando lโ€™apposito strumento โ€œVista Segnalazioniโ€.

Tramite questโ€™ultimo, consentiremo allโ€™operatore, di avere una visione completa della situazione e con gli appositi comandi poter comunicare al sistema dellโ€™avvenuta presa visione della segnalazione.

In questa finestra, inoltre vi รจ la possibilitร  di personalizzare le diciture che verranno mostrate allโ€™operatore stesso, al fine di rendergli le cose piรน chiare e semplici possibili, affinchรฉ egli possa resettare le segnalazioni, rimettere le cose a posto e ristabilire le normali procedure di lavorazione.

Naturalmente tutte le varianti di allarmi possono essere archiviate, in appositi โ€œarchiviโ€, per essere consultati successivamente (addirittura anche telemetricamente), al fine di monitorare e ottimizzare i cicli di produzione.

A presto.

Condividi ora questa guida con i tuoi contatti: